Get Adobe Flash player

Login

Archivio

Mobilità personale docente e ATA – a.s. 2016/2017

di Carla Savaglio

Sono state avviate le procedure relative alla mobilità del personale docente, educativo e Ata, per l’a.s. 2016/2017, con la pubblicazione in data 8 aprile 2016 delle Ordinanze Ministeriali n. 241 e n. 244 (per i docenti di Religione cattolica), a seguito della sottoscrizione del relativo Contratto Integrativo, di pari data.
Il personale docente e A.T.A. deve inviare le domande di trasferimento e di passaggio, corredate dalla relativa documentazione, all'Ufficio Scolastico Regionale territorialmente competente rispetto alla provincia di titolarità o di assunzione e presentarle al dirigente scolastico dell'istituto presso cui presta servizio attraverso il portale ISTANZE ON LINE del sito del MIUR.
Il personale educativo invia, invece, le domande in forma cartacea.
Le operazioni di mobilità territoriale (
all’interno della provincia di titolarità) e professionale (passaggio di cattedra o di ruolo all’interno della provincia di titolarità) si articolano in quattro distinte fasi:

Fase A
I docenti assunti entro il 2014/2015 (compresi i titolari sulla DOS), quelli in sovrannumero e/o in esubero e coloro che hanno diritto al rientro entro l’ottennio potranno fare domanda di mobilità territoriale su scuola, nel limite degli ambiti provincia di titolarità, su tutti i posti vacanti e disponibili nonché su quelli degli assunti nelle fasi B e C del piano assunzionale 2015/2016 provenienti da GAE.
I suddetti docenti potranno anche proporre domanda di mobilità tra ambiti di province diverse,
indicando un ordine di preferenza tra gli stessi e nel limite numerico dei posti vacanti e disponibili in ciascun ambito
Si procede, nel limite degli ambiti della provincia, prima a livello comunale, poi provinciale.
Se posizionati in graduatoria in maniera tale da ottenere il primo ambito richiesto, otterranno la titolarità di una scuola secondo l’ordine espresso tra tutte le scuole dell’ambito; diversamente saranno assegnati ad un ambito se richiesto. Ciò anche in deroga al vincolo triennale di permanenza nella provincia.I docenti assunti nell’a.s. 2015/2016 da fase Zero ed A del piano assunzionale 2015/2016 otterranno la sede definitiva, in una scuola degli ambiti della provincia in cui hanno ottenuto quella provvisoria.
I medesimi docenti potranno anche proporre istanza di mobilità territoriale.
I docenti assunti nell’a.s, 2015/2016 da fasi Zero ed A del piano assunzionale 2015/2016 nonché da fasi B e C del medesimo piano provenienti dalle Graduatorie di concorso potranno, in deroga al vincolo triennale, proporre istanza di mobilità nel limite dei posti vacanti e disponibili in ciascun ambito dopo le operazioni di cui alle Fasi precedenti.La mobilità avverrà secondo l’ordine di preferenza tra gli ambiti territoriali indicato nell’istanza.A seguito della mobilità, i docenti saranno assegnati ad un ambito.

FASE B
I docenti assunti nell’a.s. 2015/2016 da fasi B e C del piano assunzionale 2015/2016, provenienti dalle Graduatorie di Merito del Concorso 2012, indicheranno l’ordine di preferenza tra gli ambiti della Provincia.
L’ambito di assegnazione definitiva sarà individuato secondo l’ordine di preferenza espresso.
Potranno altresì proporre istanza di mobilità territoriale